CardioPain - un nuovo strumento per la gestione del paziente cardiopatico con dolore

Commenti sul progetto CardioPain

Abbiamo raccolto alcuni pareri di figure di rilievo che ci parlano di CardioPain e dei vantaggi del progetto contro l'uso inappropriato di farmaci antinfiammatori

«CardioPain è un esempio pratico e concreto della realizzazione di uno strumento di policy terapeutica per il conseguimento dell'appropriatezza d'uso, di minori ricoveri inappropriati e dell'ottimizzazione della spesa sanitaria»

Ettore Novellino

Direttore del dipartimento di farmacia, Università di Napoli Federico II

«L'insostenibilità economica degli attuali sistemi sanitari impone di promuovere strategie di Tecnology assessment attraverso azioni finalizzate a valutare l'appropriatezza degli interventi in sanità e, in quest'ottica, il Progetto CardioPain è un validissimo esempio»

Enrico Coscioni

Delegato alla sanità della Regione Campania

«CardioPain è un esempio pratico e concreto dell'integrazione ospedale - territorio e, in tal senso, il ruolo del medico di medicina generale diventa di fondamentale importanza. Proprio per questo motivo, abbiamo avviato uno studio pilota con l'obiettivo di valutare l'appropriatezza prescrittiva nel paziente cardiopatico con dolore»

Gaetano Piccinocchi

Segretario nazionale della Società italiana di medicina generale (Simg)

«Sempre in un'ottica di integrazione, il farmacista risulta avere un ruolo di fondamentale importanza per quanto riguarda la dispensazione di farmaci non soggetti a prescrizione medica. Partendo da questo presupposto, Federfarma Campania ha deciso di promuovere il progetto CardioPain con una campagna informativa, attraverso l'affissione di una locandina in tutte le farmacie della regione»

Michele Di Iorio

Presidente di Federfarma Campania

Copyright © 2016 CardioPain
eurobusiness